segui barchettablu!

Barchettablu su You Tube        Barchettablu su Facebook

segui progetti e servizi!

Barchettablu su Facebook

corvo
lettera aperta al sindaco di venezia - settembre 2015
caro sindaco ascoltaci ...
 

 

Egregio Sindaco Luigi Brugnaro,

le rinnoviamo la richiesta di incontrarla per poter discutere insieme serenamente delle nostre attività e delle possibili strade da intraprendere insieme per affrontare la difficile situazione in cui molte famiglie veneziane si trovano.

Le famiglie che stiamo incontrando e che frequentano le nostre iniziative rappresentano una variegata popolazione di ogni ceto sociale, provenienza, età ed estrazione culturale.

Si tratta di cittadine e cittadini che trovano in BarchettaBlu un punto di riferimento, uno spazio per la cura dei figli, per il confronto e il sostegno alla genitorialità, per l’aggregazione giovanile e per le relazioni intergenerazionali.

In questi mesi si sono dette molte cose a proposito di BarchettaBlu e dei suoi rapporti con l’amministrazione comunale, ma lei saprà certamente che la chiarezza e la veridicità dei fatti passa attraverso un confronto schietto e sincero, oltre che una verifica con dati, fatti e conti alla mano.

Proprio per questo le chiediamo di sederci attorno ad un tavolo e discutere.

Sarebbe molto bello e ci farebbe molto piacere che venisse a trovarci presso la nostra sede, per poterle far toccare con mano e verificare di persona quali sono le nostre attività e quale il nostro modo di lavorare.

Potrebbe vedere lei stesso, ad esempio, che lo stabile che occupiamo è condiviso con la scuola di infanzia Munari, e che tale convivenza comporta una suddivisione dei costi da alcuni imputati esclusivamente a BarchettaBlu.

Potrebbe altresì verificare che i nostri spazi sono altamente versatili così da poter ospitare il nido ma anche la biblioteca, la ludoteca, i corsi di formazione, la scuola di musica, la scuola di lingue, la scuola di teatro e molte altre attività importanti per il benessere dei bambini e delle loro famiglie.

Quindi non solo 50 famiglie con bambini in età di nido, ma centinaia di famiglie con bambini di tutte le età.

E, ancora, potrebbe incontrare tante persone, genitori, famiglie, svariate umanità che ci frequentano al di là di ogni etichetta o categoria.

BarchettaBlu non è semplicemente una scuola ma un insieme di persone che vogliono vivere a Venezia, la nostra città, con le loro emotività, i loro sentimenti, le loro vite.

Anche a seguito delle sue dichiarazioni in consiglio comunale e durante l’incontro al tavolo di consultazione di mercoledì 23 settembre u.s., abbiamo provato in tanti il dispiacere e la sorpresa di sentirci considerati una scuola privata d’elite e che ci siano stati attribuiti costi non reali. Ci chiediamo come sia stato calcolato il costo di quattrocentomila euro che a noi non risulta assolutamente e pensiamo sia davvero urgente verificare insieme come i nostri costi, ad esempio per i posti nido, siano estremamente moderati e convenienti per l’amministrazione comunale.

Ci chiediamo anche dove siano i posti nido a disposizione delle famiglie, poiché in molti hanno telefonato all’ufficio competente del Comune e si sono sentiti rispondere sempre che per l’anno 2015/2016 non ci sono posti disponibili!

La flessibilità dei nidi di BarchettaBlu, proprio in virtù di un progetto particolare e innovativo, consente, inoltre, di proporre alle famiglie orari e tariffe differenziate, proprio per venire incontro alle specifiche e diverse esigenze dei genitori di ogni ceto sociale oltre che per garantire al massimo la conciliazione dei tempi familiari e i tempi di lavoro.

Parlare di cifre è cosa delicata e crediamo che la trasparenza che giustamente lei invoca ed ha invocato sin dalla campagna elettorale, passi attraverso una lettura puntuale e circostanziata dei dati.

Tra le tremila firme raccolte a sostegno di BarchettaBlu ci sono molte donne che hanno l’esigenza di affidare i propri figli per potersi dedicare alla ricerca di lavoro, ci sono nonni che ricercano uno spazio accogliente dove poter stare insieme ai propri nipoti, lavoratori che contano su un servizio garantito per trecento giorni l’anno, dalle 8 del mattino alle 7 di sera.

Le affidiamo questa lettera senza nessuna volontà polemica e con la sincera fiducia che vorrà dedicarci del tempo nel rispetto del suo incarico ma anche del nostro impegno e dei bisogni delle famiglie del centro storico veneziano.

Certi di un suo cortese riscontro la salutiamo cordialmente.

Venezia, 28 settembre 2015

L’equipe di BarchettaBlu

dott.ssa Marina Zulian

 
 
coccodrillo blu